I Racconti

La fatica del ricordo di Filippo D’Eliso

[…] Le guardava gli occhi. Taceva. Sembrava respirasse il momento. Lo assaporava come un’ostia consacrata. Era felice. E lei si sentiva a suo agio senza preoccuparsi di essere giudicata. Disse: «Non ti dimenticherò mai!» e gli modellò con una graffetta un cuore di metallo. Glielo appuntò sul taschino. Lo abbracciò a sé. Lo baciò. Fecero l’amore. A lungo, con dolcezza. Poi rientrarono. […]

VAI ALLA SCHEDA COMPLETA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...